Operation Skua: la storia di uomini avversi che vissero come una famiglia tra le nevi della Norvegia

Due anziani signori di nazioni diverse, eleganti e imbiancati dal tempo, dopo trent’anni precisi si stringono la mano in un museo di aeroplani. Per loro è un déjà-vu, una scena antica da rivivere, per noi, una fantastica storia da raccontare.

Tra l’8 e il 9 aprile del 1940, a seguito del successo delle manovre della Blitzkrieg in Polonia, la Germania nazista muove verso la penisola Scandinava, è intesa ad impossessarsi delle ingenti riserve di minerale ferroso presenti in

Norvegia. Quella che fino a poco prima era definita la “strana guerra”, poiché combattuta senza sparare colpi dagli inglesi che le avevano dichiarato guerra (3 settembre 1940), comincia a prendere una piega differente.

E’ in questo freddo scenario di mari gelidi e vette innevate che si svolge la nostra storia. Tra l’aprile e il giugno del ’40, dalle portaerei britanniche HMS Ark Royal e HMS Furious decollarono per diverse missioni su Narvik e contro gli incrociatori della Kriegsmarine alla fonda, formazioni di bombardieri imbarcati Blackburn Skua

per leggere l’articolo cliccare qua sotto
Due anziani signori di nazioni diverse, eleganti e imbiancati dal tempo, dopo trent’anni precisi si stringono la mano in un museo di aeroplani. Per loro è un…

Lascia un commento

*