Il comandante Dunning: l’uomo che mostrò alla storia come atterrare su una nave in movimento

Pur essendo il mese d’agosto, soffia deciso e poco più che tiepido il vento che muove le creste di quel mare che lambisce le punte più occidentali dell’isola di Albione, e si infila fischiante tra le Orcadi che proteggono la Grand Fleet britannica. Al largo della baia di Scapa Flow, sul ponte della portaerei HMS Furious, tutti gli avieri del 1′ Sqd. della RNAS (Royal Navy Air Service) si tengono tengono stretti i loro berretti bianchi fregiati d’aquila e corona per non lasciarli volare via. Una fila di eleganti blazer blu dai bottoni d’oro, uniforme voluta dalla Regina Vittoria per tutta la sua marina dopo averla vista indosso all’equipaggio nella HMS Blazer 50 anni prima, rivolge il suo sguardo fremente d’attesa nel cielo terso, dove un Sopwith Pup ( il N6452) appena
decollato dalla medesima nave, taglia l’aria e avvicinandosi da poppa tenta per la prima volta nella storia dell’aviazione un azione che resterà nell’epica: atterrare su una nave in movimento. – Storie di Guerra

per leggere l’articolo cliccare qua sotto
Pur essendo il mese d’agosto, soffia deciso e poco più che tiepido il vento che muove le creste di quel mare che lambisce le punte più occidentali dell’isola di…
STORIEDIGUERRA.EU

I commenti sono chiusi.